{

facebook
gplus
youtube
{

segui artenergy su:


facebook
gplus
youtube

Copyright© 2018 ArtEnergy® by Valentina Di Serio - all right reserved

ASSOCIAZIONE  ARTENERGY - VIA P. R. GIULIANI 1, 00058 SANTA MARINELLA (RM) - ITALIA

Sito design by Valentina Di Serio & FLAZIO   -   termini e condizioniprivacy policy | cookies policy

contatti:

01/05/2018, 08:18

benessere del corpo, gestione dello stress, energia vitale, sensazioni corporee, salute del corpo,



IL-BENESSERE-DEL-CORPO:-PERCHE’-NON-TI-CONVIENE-FARE-COME-LO-STREGATTO


 




Conosci Alice nel paese delle meraviglie? 
Ti ricordi lo Stregatto?


Lo Stregatto è un personaggio un po’ buffo e alquanto strano che Alice incontra nel suo cammino.

La particolarità dello Stregatto è che a volte c’è e a volte non c’è, o meglio appare e scompare ripetutamente. Ti può sembrare di sentire la sua voce e vedere il suo sorriso ma non riesci a vedere il suo corpo. Oppure vedi la sua coda ma non scorgi più i suoi grandi occhi gialli.

Alice chiede indicazioni allo Stregatto sulla strada giusta da seguire ma lui le risponde confusamente indicandole contemporaneamente due o più direzioni da seguire e mettendole ancora più dubbi in testa.


Lo Stregatto mi ha ricordato quanto sia importante avere e sentire il nostro corpo. Lui in qualche modo si dimentica sempre qualche parte del suo corpo e non riesce ad apparire quasi mai nella sua interezza ad Alice. E’ evanescente e come tale le sue indicazioni sono pressochè inaffidabili. 

Perchè non ti conviene


Lo Stregatto, o come si fa chiamare lui lo "Stregatto Astratto" appare e scompare, il suo corpo è invisibile, lui si è quasi dimenticato di avere un corpo. E tu?

Tu ti ricordi di avere un corpo, di sentire il tuo corpo, oppure ti senti come lo Stregatto? Sei come svanito, senza sensazioni, senza energia, forza o vitalità? Io non ti consiglio di fare come lui, sai perchè?


Non ti conviene perchè:

  • non avere la piena consapevolezza del tuo corpo non ti fa sentire i segnali che continuamente ti invia per la sua buona salute e il suo funzionamento ottimale. Questo alla lunga può farti ammalare più facilmente. Se sei disattento e non ascolti i sui suoi reali bisogni trascurando le cose che lo fanno stare bene e in piena efficienza, prima o poi potrebbe presentarti un conto più o meno salato da pagare.

  • trascurando il tuo corpo e dimenticandoti di muoverlo, ossigenarlo e alimentarlo correttamente l’energia non circola come dovrebbe. Come sai nelle paludi dove tutto è stagnante alla fine qualcosa marcisce e si degrada. In questo stato diventa molto più difficile anche il buon funzionamento del cervello e avere delle buone idee non sarà così scontato.

  • se ti dimentichi del tuo corpo accumuli molto più facilmente e rapidamente lo stress e alla lunga diventerà faticoso smaltirlo in tempi brevi.

Non c’è nulla di astratto


Il corpo è tutt’altro che astratto: è una cosa molto reale e concreta, l’unica cosa che ti permette di vivere e sperimentare realmente la vita. Se ti dimentichi di lui con il tempo potrebbe davvero divenire qualcosa di astratto, evanescente e poco importante.

In realtà il corpo è molto importante: è il tuo veicolo principale ma a volte ti ricordi di lui solo quando qualcosa non va. Ti assicuro che non serve arrivare ad ammalarsi o a stressarsi per accorgerti della sue esistenza.

Rimettilo in moto, fai circolare l’energia. Ti bastano pochi minuti al giorno per iniziare a dialogare con lui. Fai una passeggiata di dieci minuti per respirare aria pulita e riattivare la circolazione o qualche esercizio di stretching a terra per sciogliere la schiena. Queste sono piccole ma grandi attenzioni che puoi mettere subito in atto. Questa sera, ad esempio, puoi scegliere di cenare solo con una buona tisana rilassante e lasciare riposare il tuo intestino fino al mattino seguente.


Riparti dal corpo


Partire dal benessere del proprio corpo è il primo passo per migliorare la vita e dare inizio a nuovi progetti. Ricordati sempre che il tuo corpo è l’unico luogo in cui abiterai in questa vita. Non puoi scambiarlo con nessuno è totalmente tuo, è assolutamente unico e ineguagliabile ma altrettanto unica è la tua responsabilità nel gestirlo al meglio.


Vuoi avere qualche spunto in più per prenderti cura del tuo corpo? Scarica qui la guida ArtEnergy® "Riattiva la tua energia vitale".

Non ti ricordi chi è lo Stregatto? Questo video ti rinfrescherà la memoria...


In questo istante cosa ti sta dicendo il tuo corpo?
Come riesci a mantenere un dialogo con lui?

Raccontamelo nei commenti qui sotto....


30/11/2017, 19:05

cinque modi per contattare la tu guida interiore, conoscere se stessi, guida, guida interiore, arteterapia, cambiamento, obiettivi, consapevolezza, autostima, forza interiore, crescita personale, coaching, workshop artenergy, il jolly,



5-MODI-PER-CONTATTARE-LA-TUA-GUIDA-INTERIORE


  Ci sono molti momenti nella vita nei quali desideriamo una guida o un segno che indichi la giusta direzione. Magari sei all’inizio di . . .




Ci sono molti momenti nella vita nei quali desideriamo una guida o un segno che ci indichi la giusta direzione.


Magari sei all’inizio di un nuovo anno oppure devi prendere una decisione importante.
Proprio in questi momenti vorresti capire che strada prendere, fare scelte diverse, vedere più lontano. Ma soprattutto vorresti illuminare il sentiero, accendere una luce nel buio e avere un amico al tuo fianco che ti dia un valido consiglio.


I grandi maestri hanno sempre detto che la nostra migliore guida è dentro di noi

Forse si sono sempre riferiti alla voce interiore che ci parla costantemente e che spesso nella fretta e nella confusione non riusciamo a sentire chiaramente.

 
Ci sono diversi modi con i quali puoi metterti in contatto con "lei":

-
la natura: se riesci ad immergerti più spesso nella natura e hai la pazienza di ascoltare ... "lei", la nostra guida sicuramente si farà sentire


il sonno: quando dormi la mente riposa e "lei" può parlarci senza troppe interferenze da parte nostra. Le intuizioni migliori infatti arrivano al mattino

la meditazione: lo stato ideale per dare spazio alla tua voce interiore. Ci vuole un po’ di allenamento ma i benefici sono davvero molti.


i sogni: attraverso i sogni "lei" si esprime più chiaramente perchè le immagini sono spesso più chiare di parole ed intuizioni


E poi c’è l’arte...


Quando utilizziamo il mezzo artistico per entrare in contatto con la nostra interiorità non possiamo mai sbagliare.
Mentre disegnamo, dipingiamo o lavoriamo con le immagini siamo svincolati dai ragionamenti complessi, dalle restrizioni e dalle limitazioni mentali perchè stiamo lavorando in diretto contatto con l’inconscio. 


Le immagini, i colori, i disegni, le forme, le sfumature sono esattamente quelle che la nostra "giuda interiore" intende rappresentare; tutte queste cose sono gli strumenti preferiti che l’inconscio utilizza per comunicare le sue esigenze e le sue verità.


L’arteterapia è anche il mezzo più rapido per conoscere e leggere chiaramente i messaggi interiori.
Ho creato un Workshop ArtEnergy® specifico dal nome "IL JOLLY" proprio per interrogare e dialogare con il tuo migliore amico, quello che dimore sempre dentro di te. Rimane in silenzio fino a quando non scegli di chiamarlo e chiedergli aiuto, guida e sostegno per vivere al meglio la tua vita. Credimi risponde sempre.



30/11/2017, 18:30

come pu aiutarti la piccola arte, arte, la grande arte, la piccola arte, fare arte, benessere, anti stress, creativit, esprimere se stessi, ispirazione, tecniche, spazio creativo, pittura, meditazione artistica



COME-PUO’-AIUTARTI-LA-PICOLA-ARTE


 Sai che ci sono due modi in cui puoi vivere l’Arte? Il primo è chiamato la "Grande Arte": ovvero osservare l’Arte che fanno gli altri, i grandi maestri, andare alla mostre, visitare i musei . . .




Sai che ci sono due modi per vivere l’Arte?


La grande Arte


Il primo è chiamato la "Grande Arte": ovvero osservare l’Arte che fanno gli altri, i grandi maestri, andare alla mostre, visitare i musei.
Questo modo di vivere l’Arte ti mette inevitabilmente in una posizione passiva, quella dell’osservatore appunto.
Colui che osserva l’arte e riceve dall’esterno nutrimento visivo ed emotivo. Probabilmente questa è la modalità più diffusa e vissuta.


La Piccola Arte


Il secondo è chiamato la "Piccola Arte" ovvero il "fare arte" in prima persona. In questa modalità ci sporchiamo le mani e assumiamo una posizione attiva! Non assorbiamo più dall’esterno ma attiviamo la nostra energia interna portandola verso l’esterno. In questo modo scopriamo e coltiviamo i nostri talenti unici e personali.
 

Questa è la modalità che preferisco, che insegno nei miei laboratori artistici e che cerco di trasmettere anche attraverso ArtEnergy®.

 
Come puoi immaginare c’è una grande differenza tra queste due modalità.
Entrambe sono importanti. Conoscere e ammirare i grandi maestri, farsi avvolgere dalla bellezza di certi luoghi è decisamente utile e salutare ma "fare arte" è essere dentro il processo artistico: sperimentare il potere dell’arte direttamente nelle tue mani, nei tuoi occhi, dentro la tua mente. 
 
In questa esperienza il tempo si ferma, siamo concentrati solo sul momento presente e sulla nostra creazione perchè non c’è spazio per nient’altro.

Essere totalmente presenti


Hai mai provato sensazioni così?
Essere totalmente presenti nel momento: questo è uno stato di benessere che si ricerca spesso con pratiche meditative che durano anni. Probabilmente è anche per questo che si dice che "l’Arte non è arte se non è terapeutica."
 
Oggi voglio invitarti a vivere la "piccola Arte". 
Invece di visitare una mostra prendi un foglio, una penna ed inizia a decorare, scarabocchiare, riempire, navigare nel tuo foglio...


Oppure prendi la tua chitarra impolverata e inizia a strimpellare; se non sai suonare puoi entrare in cucina e cimentarti nella realizzazione di un dolce decorato come si deve....

Basta poco


Non servono grandi attrezzature, basta davvero poco. A volte il discorso di non avere i materiali giusti è solo una scusa per non iniziare mai, per non concedersi una "meditazione artistica".


La creatività si esprime in mille modi e tu hai il tuo personalissimo modo. Prova ogni giorno a dedicare un momento alla tua "piccola arte". Ti assicuro che la tua vita può cambiare in meglio.
Raccontami come andata lasciando un commento qui sotto...




1

​artenergy.art@gmail.com

Cerchi altre risorse e nuove ispirazioni

per ​migliorare la tua vita con ArtEnergy®?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

e riceverai consigli, notizie, sconti e promozioni speciali per te!

Create a website